marzo 2014

27 marzo 2014

Jazzit Club Roma – Ultimo imperdibile appuntamento

Ultimo appuntamento della prima stagione del JAZZIT CLUB all’Auditorium Antonianum di Roma. Una serata speciale per chiudere la nuova rassegna jazz della Capitale con un programma ancora più ricco.

Ad avvicendarsi sul palco del Jazzit Club Roma saranno due distinte formazioni:

  • 20.00: Ensemble della Harvard Westlake School California guidata da Shawn Constantino
  • a seguire: Fabio Giachino Trio

 

Jazzit Club Roma Harvard Westlake Jazz Ensemble and Fabio Giachino Trio

Eccezionalmente a partire dalle 18.30 potrete gustare le immancabili prelibatezze enogastronomiche dell’aperitivo/happy hour del Ristobar Fra’Gusto

jazzitclub_fragusto_MODIFICATO-1920x1080-ULTIMO

Il programma di musica Jazz della Harvard-Westlake ha una ricca e diversificata storia musicale.
Sotto la guida del direttore e sassofonista Shawn Costantino, si è costituito un gruppo coeso, ben preparato e “swinging”! L’Harvard-Westlake Jazz Ensemble è onorato di poter viaggiare in Europa con la sua migliore Big Band e con i suoi migliori Jazz combo. Ogni gruppo è formato da studenti che compongono, cantano, suonano e improvvisano ad un tale livello e con una tale sofisticatezza che ci si aspetterebbe dei musicisti adulti. Ascolterete brani di John Coltrane, Miles Davies, Tower of Power, Duke Ellington e composizioni originali degli allievi.
Ognuno di questi gruppi si esibisce spesso nei Jazz club, ai festival ed anche in feste private, nell’area della California del sud. Questo è il loro secondo tour, che li vedrà suonare anche al Jazzit Club Roma in un’atmosfera unica e avvolgente.
Harward-Westlake School home page

A seguire:

Jumble UP” (Abeat Records),  il secondo album di Fabio Giachino Trio, formazione guidata dal pianista Fabio Giachino, giovane talento jazz ormai noto nel panorama musicale italiano e insignito di grandi riconoscimenti di critica e premi italiani di livello internazionale (tra cui il Massimo Urbani, nel 2011).

Insieme a lui, il contrabbassista Davide Liberti (premio speciale “Luca Flores” al Barga Jazz Contest 2011) e il batterista Ruben Bellavia, una formazione consolidata dopo l’esordio con l’album “Introducing Myself” del 2012 che ospitava il sassofonista Rosario Giuliani.

Fabio Giachino Trio presenterà il nuovo progetto con un lungo tour estivo tra Italia e estero. Dopo il successo dell’anteprima ufficiale in Italia al Torino Jazz Club e, per l’Europa, al Petrof Jazz Piano Festival di Praga, il Fabio Giachino Trio sbarca all’Auditorium Antonianum, per poi proseguire con un lungo tour.
Jumble UP” rispecchia lo stile poliedrico del trio, partendo da una matrice jazz sulla quale si diramano sperimentazioni ritmico/armoniche e contaminazioni in cui si confondono mondi e colori differenti – senza perdere l’idea dello swing inteso come groove di base su qualunque impulso ritmico: il titolo rimanda letteralmente alla volontà di “mischiare, confondere”.
Fabio Giachino del nuovo progetto ha raccontato:  “Questo album vuole rappresentare una svolta rispetto al nostro primo disco. Si avverte maggiormente l’identità di gruppo e il lavoro di arrangiamento che insieme abbiamo operato sulle mie composizioni, confrontandoci profondamente sul suono di ogni singolo brano, affinché potesse coesistere insieme alle altre tracce.
Inoltre, il trio è legato da una profonda amicizia e stima, che non si ferma sul palcoscenico; in tre anni abbiamo realizzato circa 100 concerti, e alcuni brani sono nati da idee venute proprio mentre eravamo in viaggio insieme
.”
Con lo stesso trio, Fabio Giachino ha inoltre collaborato e accompagnato (come ritmica) numerosi artisti a livello internazionale, tra cui: Rosario Giuliani, Tineke Postma, Maurizio Giammarco, Mark Nightingale, Emanuele Cisi, Dave Liebman.

INFO LOGISTICHE:

Giovedì 27 marzo 2014
Inizio concerto ore 20
– Ingresso €10

AUDITORIUM ANTONIANUM
Viale Manzoni, 1 – Roma – adiacente Fermata metro A “Manzoni”
Telefono: 06.45582593
www.auditoriumantonianum.it

Per altre informazioni e il programma completo della rassegna clicca qui.

A partire dalle 18.30 aperitivo con un ricco buffet e dalle 20 cena alla carta con il “So what” menu e concerto.

Il JAZZIT CLUB Roma e il FRA’GUSTO RISTOBAR: musica ed enogastronomia d’eccellenza!

jazzitclub_fragusto_MODIFICATO-1920x1080-ULTIMO

——————————————————————
JAZZIT CLUB – produced by JAZZIT
La programmazione del Jazzit Club è concepita con una logica “smart” e un codice etico di cinque punti:
1. senza contributi pubblici ma con il sostegno di sponsor privati e/o partner tecnici
2. con una direzione artistica “open source”, ovvero generata dai musicisti, coordinata a titolo gratuito da Jazzit
3. con una condivisione dei ricavi al 50% tra la struttura che ospita gli eventi (che si fa carico del pagamento Siae, dell’agibilità Inps ex Enpals, del backline e della ristorazione) e i musicisti (che si fanno carico delle eventuali spese di viaggio e alloggio)
4. con una promozione pubblicitaria offerta a titolo gratuito da Jazzit
5. senza biglietti omaggio e pass: ciascun spettatore contribuirà direttamente al finanziamento dell’evento.

L’Auditorium Antonianum, co-produttore della rassegna concertistica del Jazzit Club Roma, offre un servizio di cena a buffet e di caffetteria a tutti coloro che desiderano esaltare l’esperienza della musica dal vivo con un accompagnamento enogastronomico: aperitivi, stuzzichini, prodotti da forno e buffet del RistoBar “Fra’Gusto”.

Giovedì 27 marzo dalle ore 20 l’ultimo appuntamento del club romano powered by Jazzit, all’Auditorium Antonianum, che si è già contraddistinto per il nuovo modello gestionale, la qualità musicale e soprattutto una nuova ed inedita atmosfera in sala, tra musicisti, pubblico e staff.

20 marzo 2014

Jazzit Club Roma – Concerto 20 marzo annullato

ANNULLATO IL CONCERTO DI LEONARDO DE LORENZO

Ci scusiamo con il pubblico confermando che il concerto di Leonardo De Lorenzo “Pictures”, in programma il 20 marzo al Jazzit Club Roma, è stato annullato per motivi tecnici. Ci scusiamo con tutti!

Vi aspettiamo per l’ultima data della rassegna il 27 marzo!

18 marzo 2014

ANVUR presenta il primo Rapporto sullo stato del sistema universitario e della ricerca

 ANVUR

L’Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR) presenta il primo Rapporto sullo stato del sistema universitario e della ricerca. L’evento di presentazione si terrà il prossimo martedì 18 marzo, alle ore 10, all’Auditorium Antonianum, in viale Manzoni 1 a Roma.

Dopo un’introduzione del Presidente dell’ANVUR, Prof. Stefano Fantoni, seguirà la presentazione del primo Rapporto sullo stato del sistema universitario e della ricerca a cura del Dott. Roberto Torrini, Direttore dell’ANVUR e Coordinatore del Rapporto.

Alla presentazione interverrà il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Stefania Giannini.

L’evento è riservato esclusivamente agli accreditati. È possibile accreditarsi, fino a esaurimento posti, inviando una mail all’indirizzo: eventi@anvur.org

Programma dell’evento

Programma-18-mar

15 marzo 2014

Quale ruolo per gli operatori nella “Sanità Elettronica”

Ospitiamo il Corso organizzato dalla Federazione CISL Medici Lazio dal titolo e-voluzione@medicina.itQuale ruolo per gli operatori nella “Sanità Elettronica”.
Direttore del Corso: Dott. Benedetto Magliozzi

Corso Medici

13 marzo 2014

Mauro Bottini Quartet – Jazzit Club Roma

Mauro Bottini 4tet Jazzit Club Roma

Decimo appuntamento della prima stagione del JAZZIT CLUB all’Auditorium Antonianum di Roma. Protagonista della serata del 13 marzo il sassofonista Mauro Bottini che presenterà con il suo quartetto il progetto “Friends“, progetto che spazia dal funk alla fusion, dal bop al blues, dal latin al jazz rock, permettendo una grande libertà espressiva con temi molto dolci e improvvisazioni vorticose.

Per l’occasione, sarà accompagnato dai musicisti che compongono il quartetto a suo nome:
MAURO BOTTINI (sax tenore e soprano)
MATTEO NIZZARDO (pianoforte, keyboards)
MARCO MASSIMI (basso elettrico)
CRISTIANO CORAGGIO (batteria)

 Mauro Bottini è diplomato in clarinetto e specializzato in saxofono con il massimo dei voti presso il Conservatorio di Frosinone. Si è specializzato con Bob Mintzer, Steve Grosmann, Bob Franceschini, Gerardo Iacoucci, Maurizio Giammarco, Gianni Oddi, Rosario Giuliani, Jerry Bergonzi. Ha collaborato con grandissimi musicisti italiani ed internazionali. Ha inciso 10 CD di cui 5 da leader e 5 da sideman. Il 20 gennaio scorso è stato premiato in Campidoglio a Roma come miglior jazzista del Festival Internazionale “Un bosco per Kyoto”. Dal 2003 è Direttore artistico di Alatri Jazz e Alatri Gospel dal 2003.

INFO LOGISTICHE:

Giovedì 13 marzo 2014
Inizio concerto ore 21
– Ingresso €10

AUDITORIUM ANTONIANUM
Viale Manzoni, 1 – Roma – adiacente Fermata metro A “Manzoni”
Telefono: 06.45582593
www.auditoriumantonianum.it

Per altre informazioni e il programma completo della rassegna clicca qui.

A partire dalle 19.30 aperitivo con un ricco buffet e dalle 21 cena alla carta con il “So what” menu e concerto.

Il JAZZIT CLUB Roma e il FRA’GUSTO RISTOBAR: musica ed enogastronomia d’eccellenza!

Jazzit Club Aperitivo Cena FraGusto Ristobar

——————————————————————
JAZZIT CLUB – produced by JAZZIT
La programmazione del Jazzit Club è concepita con una logica “smart” e un codice etico di cinque punti:
1. senza contributi pubblici ma con il sostegno di sponsor privati e/o partner tecnici
2. con una direzione artistica “open source”, ovvero generata dai musicisti, coordinata a titolo gratuito da Jazzit
3. con una condivisione dei ricavi al 50% tra la struttura che ospita gli eventi (che si fa carico del pagamento Siae, dell’agibilità Inps ex Enpals, del backline e della ristorazione) e i musicisti (che si fanno carico delle eventuali spese di viaggio e alloggio)
4. con una promozione pubblicitaria offerta a titolo gratuito da Jazzit
5. senza biglietti omaggio e pass: ciascun spettatore contribuirà direttamente al finanziamento dell’evento.

L’Auditorium Antonianum, co-produttore della rassegna concertistica del Jazzit Club Roma, offre un servizio di cena a buffet e di caffetteria a tutti coloro che desiderano esaltare l’esperienza della musica dal vivo con un accompagnamento enogastronomico: aperitivi, stuzzichini, prodotti da forno e buffet del RistoBar “Fra’Gusto”.

Giovedì 13 marzo dalle ore 21 il decimo appuntamento del club romano powered by Jazzit, all’Auditorium Antonianum, che si è già contraddistinto per il nuovo modello gestionale, la qualità musicale e soprattutto una nuova ed inedita atmosfera in sala, tra musicisti, pubblico e staff.

12 marzo 2014

Chihiro Yamanaka Trio – Jazzit Club – EVENTO FUORI PROGRAMMA

Chihiro Yamanaka Jazzit Club Roma

Appuntamento straordinario della prima stagione del JAZZIT CLUB all’Auditorium Antonianum di Roma. Protagonista della serata del 12 marzo Chihiro Yamanaka che presenterà “After Hours“.

Chihiro Yamanaka (piano)
Aldo Vigorito (double bass)
Michele “Miki” Salgarello (drums)

Tredici dischi all’attivo sulla prestigiosa Verve Records, miglior pianista in Giappone e acclamata in USA, Chihiro Yamanaka ha recentemente firmato per la leggendaria BLUE NOTE RECORDS.

Yamanaka si è imposta negli ultimi anni come tra le pianiste più importanti della scena jazz contemporanea. Nativa di Tokyo ma residente a New York, negli ultimi anni ha effettuato concerti in PIANO SOLO, in trio e con Orchestra in jazz festival e venue tra i più importanti al mondo.

Swing, ritmo, fender rhodes sparsi tra le pieghe dei suoi brani. Una giostra infinita di soluzioni musicali mai scontate, sorprendenti. Il tutto condito da una tecnica pianistica invidiabile e da uno stile impeccabile. Così capita che la musica di Chihiro Yamanaka si ascolti che è un piacere, tra standard e temi originali che sanno farsi apprezzare.

Altro particolare non trascurabile, è il senso della melodia. Alcuni critici la paragonano a Petrucciani, altri ad Oscar Peterson. Non è un caso che sia una dei giovani musicisti più richieste dal ghota del jazz internazionale.

Chihiro YamanakaChihiro Yamanaka inizia ad avvicinarsi al piano dall’età di 4 anni. Studia alla Royal Academy of Music in Gran Bretagna, per poi trasferirsi negli USA, dove si è diploma al prestigioso Berklee College of Music. Vive a New York dove suona regolarmente con le sezioni ritmiche afro/americane tra le più in voga, come Kendrck Scott alla batteria e Vicent Archer al basso. Si è esibita con importanti nomi del jazz, tra cui Clark Terry, Gary Burton, George Russell, Curtis Fuller, Ed Thigpen, Nancy Wilson, George Benson ed Herbie Hancock. Il suo album di debutto “Living Without Friday”, nel 2001, l’ha posta sin da subito tra le più gradite sorprese della scena musicale internazionale. George Russell l’ha definita “una musicista molto dotata e creativa” ed il magazine giapponese Jazz Life l’ha descritta come “una dei più grandi talenti nel jazz degli ultimi decenni”. Nell’ottobre 2010 ha inaugurato l’evento di apertura del RomaFilmFestival con un eclettico PIANO SOLO insieme al carismatico artista nipponico e mago della consolle DJ KRUSH nello splendido scenario del Museo MAXXI di Roma completamente sold out.

Il suo ultimo lavoro, dopo l’omaggio ad Oscar Peterson con After Hours è Forever Begins, edito dalla leggendaria Verve Records e registrato al prestigioso Avatar studio di NY con Kendrick Scott (già drummer di H.Hancock) e Ben William al basso. Il cd è uscito in giugno per la Universal in Europa e Decca Rec. in USA.

Chihiro YAMANAKAChihiro Yamanaka, più volte in Italia con questa eclettica e potente sezione ritmica italiana, ha suonato in location prestigiose come l’Auditorium Parco della Musica di Roma, Lucca Jazz Festival, Bologna Jazz Festival, Fano Jazz, Roma Jazz Festival, Atina Jazz, Blue Note Milano, Fara Music Festival, Lovere Jazz, Brass Palermo etc. Due anni fa ha dedicatoun album e il tour europeo al disastro che ha colpito Fukshima, città della sua famiglia e della sua adolescenza.

Il trio impeccabile dinamico e affiatato, stabile in Europa da 3 anni, ha effettuato con grande successo più di 200 concerti, tra Europa, Italia e Giappone. In luglio 2011 una tappa straordinaria per l’anteprima nazionale del tour all’Arena S.Giuliana a Perugia per Umbria Jazz Festival aprendo il set a Herbie Hancock/Shorter/Miller davanti ad una platea di circa 5.000 persone in una standing ovation di 10 minuti e recentemente si esibita al prestigioso LINCOLN CENTER di New York. In autunno 2012 il Trio ha concluso un lunghissimo tour in Europa di 25 date e in Giappone, concluso con una consacrazione con 4 date sold out al prestigioso Blue Note di Tokyo. Dopo il nuovo lavoro REMINISCENCE per la Universal Japan e Decca Records in Europa e un inedito Live in NY city, arriverà a breve il nuovo lavoro dell’artista, Because, un omaggio ai Beatles nel 50° anniversario, con una lettura intensa e personale di alcuni classici del quartetto di Liverpool. Il Trio ha concluso un tour primaverile in Germania, Austria e a Parigi per una data esclusiva all’Istituto Italiano di Cultura e un tour estivo tra i festival più importanti della scena jazz europea. Dopo il successo dello scorso novembre con 7 date esclusive tra Auditorium Roma, Blue Note Milano e altre location prestigiose, rientra in marzo per l’anteprima del tour al jazz club di Perugia in collaborazione con Umbria Jazz per 8 date esclusive.
www.chihiroyamanaka.com

ALDO VIGORITO double bass
Tra i contrabbassisti più acclamati in Italia,nativo di Salerno, ha studiato contrabbasso al Conservatorio di S.Cecilia a Roma.Ha collaborato tra I tanti con Romano Mussolini, Benny Golson, Enrico Pierrannunzi, George Benson, Stefano Bollani, Tony Scott, Lester Bowie, etc. Ha più volte suonato in tour con l’artista nipponica, incluso la presenza ad Umbria Jazz all’Arena Sanata Giuliana di Perugia davanti ad un pubblico di 6000 persone entusiaste nel luglio 2011.
www.jazzitalia.net/artisti/aldovigorito

MICHELE “MIKI” SALGARELLO drums
Classe 1977, tra i batteristi più innovativi del panorama jazz, il suo è un percorso musicale molto vasto e variegato, sia a livello formativo che professionale. Si diploma a pieni voti nel 1996 al CPM e frequenta diversi seminari di prestigio quali Tirano e Siena Jazz. Sono anni importanti, in cui vince diverse borse di studio, non ultima quella per frequentare un master in musica extracolta presso il Conservatorio di Bergamo sotto la guida di Bruno Santori e Peppe Vessicchio. Attualmente si sta laurando al Conservatorio di Milano nei corsi Jazz tenuti da Tino Tracanna ed Attilio Zanchi. Professionalmente si dimostra a suo agio anche in ambiti diversi tra loro. Molti lavori in studio di registrazione, tour con artisti quali Eugenio Finardi e Lisa, esperienze all’estero con produttori imporanti quali Chris Kimsey (Rolling Stones, Peter Frampton, INXS, etc.), si alternano con l’esperienza jazzistica, ormai il cuore della sua attività musicale.
Le sue collaborazioni annoverano nomi del calibro di Antonio Fara , Marco Vaggi, Francesco Bearzatti, Marco Brioschi, Mario Rusca, Lucio Terzano, Tino Tracanna, Antonio Zambrini, Carlo Morena, Riccardo Luppi, Michel Bozza, Jury Goloubev, Alberto Bonacasa, Valerio Della Fonte, Tullio Ricci, Germano Zenga, Gendrickson Mena e da tre anni batterista di Chihiro Yamanaka in Europa.
Ha suonato in alcuni tra i più prestigiosi Jazz Club e Festival italiani e si è esibito negli U.S.A., Francia, Olanda, Inghilterra, Germania, Austria.
E’ endorser internazionale dei piatti turchi “Turkish”
www.michelesalgarello.com

INFO LOGISTICHE:

Mercoledì 12 marzo 2014
Inizio concerto ore 21
– Ingresso €15

AUDITORIUM ANTONIANUM
Viale Manzoni, 1 – Roma – adiacente Fermata metro A “Manzoni”
Telefono: 06.45582593
www.auditoriumantonianum.it
Per altre informazioni e il programma completo della rassegna clicca qui.

A partire dalle 19.30 aperitivo con un ricco buffet e dalle 21 cena alla carta con il “So what” menu e concerto.

Il JAZZIT CLUB Roma e il FRA’GUSTO RISTOBAR: musica ed enogastronomia d’eccellenza!

Jazzit Club Aperitivo Cena FraGusto Ristobar

——————————————————————
JAZZIT CLUB – produced by JAZZIT
La programmazione del Jazzit Club è concepita con una logica “smart” e un codice etico di cinque punti:
1. senza contributi pubblici ma con il sostegno di sponsor privati e/o partner tecnici
2. con una direzione artistica “open source”, ovvero generata dai musicisti, coordinata a titolo gratuito da Jazzit
3. con una condivisione dei ricavi al 50% tra la struttura che ospita gli eventi (che si fa carico del pagamento Siae, dell’agibilità Inps ex Enpals, del backline e della ristorazione) e i musicisti (che si fanno carico delle eventuali spese di viaggio e alloggio)
4. con una promozione pubblicitaria offerta a titolo gratuito da Jazzit
5. senza biglietti omaggio e pass: ciascun spettatore contribuirà direttamente al finanziamento dell’evento.

L’Auditorium Antonianum, co-produttore della rassegna concertistica del Jazzit Club Roma, offre un servizio di cena a buffet e di caffetteria a tutti coloro che desiderano esaltare l’esperienza della musica dal vivo con un accompagnamento enogastronomico: aperitivi, stuzzichini, prodotti da forno e buffet del RistoBar “Fra’Gusto”.

Mercoledì 12 marzo dalle ore 21 un appuntamento straordinario del club romano powered by Jazzit, all’Auditorium Antonianum, che si è già contraddistinto per il nuovo modello gestionale, la qualità musicale e soprattutto una nuova ed inedita atmosfera in sala, tra musicisti, pubblico e staff.

11 marzo 2014

ANVUR – Presentazione risultati sperimentazione Teco sulle competenze dei laureandi

ANVUR

Ospitiamo l’Agenzia Nazionale di Valutazione del Sistema Universitario e della Ricerca (Anvur) che presenterà il i risultati della sperimentazione TECO che ha misurato le reali competenze maturate dai laureandi durante il corso di studi universitario.

La sperimentazione – si legge in una nota -, coordinata dalla prof.ssa Fiorella Kostoris Padoa Schioppa, si è concentrata sulle capacità dei laureandi di esercitare il pensiero critico, risolvere problemi, prendere decisioni e comunicare in diversi contesti socio-economici e lavorativi. Ai test hanno partecipato le università: Piemonte Orientale (PO), Padova (PD), Milano (MI), Udine (UD), Bologna (BO), Firenze (FI), Roma La Sapienza (RM1), Roma Tor Vergata (RM2), Napoli Federico II (NA), Salento (LE), Cagliari (CA), Messina (ME).

Oltre a una serie di esperti di valutazione a livello internazionale, al convegno partecipano Tullio De Mauro (Università di Roma La Sapienza), Ignazio Visco (Banca d’Italia), Fabrizio Barca (Ministero del Tesoro), Ivan Lo Bello (Confindustria), Maria Chiara Carrozza (Camera dei Deputati), e Stefano Paleari (CRUI).

La presentazione si terrà a Roma all’Auditorium Antonianum, in viale Manzoni 1, nella Sala S. Francesco, alle ore 10.

PROGRAMMA

ore 9 / 9.45
Registrazione invitati

ore 10 / 13.15
Modera e introduce il tema degli stakeholders
Stefano Fantoni ANVUR

RELAZIONE SUI PRINCIPALI RISULTATI DELLA SPERIMENTAZIONE TECO
Fiorella Kostoris ANVUR

LE COMPETENZE E LE DUE CULTURE
Tullio De Mauro Università di Roma La Sapienza

LE COMPETENZE E LA CRESCITA ECONOMICA
Ignazio Visco Banca d’Italia

LE COMPETENZE E LA COESIONE TERRITORIALE
Fabrizio Barca Ministero del Tesoro

LE COMPETENZE E L’IMPIEGABILITÀ
Ivan Lo Bello Confindustria

LE COMPETENZE E LE ISTITUZIONI PUBBLICHE
Maria Chiara Carrozza Camera dei Deputati

LE COMPETENZE E LE RAPPRESENTANZE UNIVERSITARIE
Andrea Lenzi CUN

LE COMPETENZE E IL MIGLIORAMENTO DELL’OFFERTA FORMATIVA
Stefano Paleari CRUI

ore 14.15 / 18

Modera e introduce il tema delle tappe della sperimentazione
Vincenzo Zara Università del Salento

LE CARATTERISTICHE TECNICHE DEL TEST CLA+ E IL BENCHMARK INTERNAZIONALE
Doris Zahner CAE

CRITERI DI SELEZIONE DELLE DOMANDE CLA+ E ADATTAMENTO TECO ALL’ITALIA
Piero Cipollone Banca Mondiale

IL LABORATORIO COGNITIVO E LE CARATTERISTICHE TECNICHE DI TECO
Roberto Ricci INVALSI

LIVELLO DELLE COMPETENZE E VALORE AGGIUNTO STIMATO CON LE VARIABILI DI CONTESTO
Franco Peracchi Università di Roma Tor Vergata

PRIMI RISULTATI DI IDENTIFICAZIONE DELLE DETERMINANTI UNIVERSITARIE E AMBIENTALI
Silvia Fedeli Università di Roma La Sapienza

GLI OBIETTIVI DEI DOCENTI E LE LORO AUTOVALUTAZIONI
Giuseppe De Luca Università di Milano

PROBLEMI E SUCCESSI DEI RESPONSABILI AMMINISTRATIVI
Cristina Stocco Università di Padova

LE PIATTAFORME TECNOLOGICHE
Mauro Motta CINECA

LA LOGICA DELLO SCORING
Fabio Vendruscolo Università di Udine

LE MOTIVAZIONI A PARTECIPARE E I RISULTATI NEGLI ATENEI MERIDIONALI
Riccardo Martina Università di Napoli Federico II

LA POSIZIONE DEGLI STUDENTI
Emanuela Reale CNR-CERIS

Conclude
Fiorella Kostoris ANVUR

8-9 marzo 2014

Simposio internazionale – La gestione dei beni ecclesiastici

SIMPOSIO Gestione Beni Ecclesiastici

Ospitiamo il Simposio Internazionale su “La gestione dei beni ecclesiastici degli Istituti di Vita consacrata e delle Società di vita apostolica a servizio dell’humanum e della missione della Chiesa”.
L’evento, organizzato dalla Congregazione per gli Istituti di Vita Consacrata e le Società di Vita Apostolica su richiesta del Santo Padre Francesco, si compone di due giornate di ascolto e confronto cui parteciperanno gli Economi e le Econome generali di più di 500 Istituti di Vita consacrata provenienti da ogni parte del mondo. Presiederà i Vespri del sabato 8 il Segretario di Stato, Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Pietro Parolin.

Gli Istituti di Vita consacrata hanno sempre svolto, anche attraverso le loro Opere, un importante ruolo nel campo dell’educazione, della sanità e della promozione della persona umana all’interno della società. Nell’attuale momento storico, caratterizzato da notevoli cambiamenti giuridico-economici, si avverte il bisogno di incontrarsi, riflettere, confrontarsi sul modo di gestire e amministrare i beni ecclesiastici degli Istituti affinché essi possano continuare ad essere a servizio del bene comune e della missione della Chiesa. Il Simposio – che sarà articolato in quattro sessioni – intende essere lo spazio di tale riflessione.

La prima sessione sarà aperta da Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale João Braz de Aviz, Prefetto CIVCSVA e proseguirà con una relazione di S.E.R. Mons. José Rodríguez Carballo, OFM, Segretario CIVCSVA su: ”L’amministrazione e la gestione dei beni ecclesiastici degli IVC e SVA a servizio dell’humanum e della missione nella Chiesa. Linee ecclesiologiche”. S.E.R. Mons. Joseph Tobin, CSsR, interverrà poi con una relazione sul tema: “The charism and goods of an Institute and their relationship to the local Church”. Al termine della mattinata P. Yuji Sugawara, SJ, parlerà di “Beni ecclesiastici e loro finalità nel Codice di diritto canonico” e P. Miroslav Konštanc Adam, OP, tratterà il tema: “Carità, giustizia e legalità. I beni degli Istituti e l’ordinamento statale”.

Durante la seconda sessione, Fratel Álvaro Rodríguez Echeverría, FSC, esporrà l’argomento della “Relación entre el servicio de la autoridad y el servicio de los ecónomos, en la gestión de los bienes del Instituto”. Proseguiranno P. Santiago González Silva, CMF, che approfondirà il tema “La gestione dei beni rispetto ai sodales e alla missione” e Sr. Yvonne Reungoat, FMA, che parlerà di “Progetto missionario e scelte economiche”. Molte le relazioni, molte anche le occasioni di confronto attraverso i lavori per gruppi linguistici che si svolgeranno, a porte chiuse, nel pomeriggio del sabato.

Ad aprire la terza sessione, domenica 9 marzo, sarà Sua Eminenza Reverendissima il Cardinale Giuseppe Versaldi, Presidente Prefettura degli Affari Economici della Santa Sede. La prima relazione della mattinata, “Il comportamento economico in una società in trasformazione” sarà esposta dal Prof. Stefano Zamagni. La sessione proseguirà con una tavola Rotonda sul tema: “Verso una economia profetica, solidale, comunionale” cui parteciperanno: P. Enrique Sánchez González, MCJ, il Prof. Marco Impagliazzo, della Comunità di Sant’Egidio, la Dott.ssa Kerry Robinson, N.L.R. on Church Management USA, Dom Alessandro Barban, OSB Cam, la Dott.ssa Olga Maria Rodriguez Correa, il Dott. Marco Aquini, del Movimento dei Focolari.

Nel pomeriggio si svolgerà la quarta sessione nella quale si darà spazio alla trattazione delle questioni che restano aperte sul tema dell’economia, a cura di: Don Jesu Pudumai Doss, SDB, (“Debiti e obbligazioni. Le responsabilità degli Istituti e dei membri. CJC can. 639”); Sr. Peggy Ann Martin, OP, (“Public Juridic Persons. Advantages and Drawbacks”); Mons. Alberto Perlasca, (“Strumenti del diritto civile. Fondazioni, fondi immobiliari e società”); P. Sebastiano Paciolla, O. Cist. (“Il patrimonio stabile di un Istituto di vita consacrata”). Subito dopo si darà spazio al dibattito, che si svolgerà a porte chiuse. Concluderà il Simposio S.E.R Mons. José Rodríguez Carballo.

I giornalisti che desiderano partecipare, possono accreditarsi presso:
accreditamenti@ pressva.va

6 marzo 2014

La forza delle parole – Convegno Nazionale Pearson

La forza delle parole PearsonLe competenze linguistiche del XXI secolo.

 

Il convegno “La forza delle parole. Le competenze linguistiche del XXI secolounisce un momento di riflessione sulla lingua italiana e sul suo insegnamento con la presentazione, nel pomeriggio, di uno strumento didattico elaborato da Pearson, la piattaforma digitale MyLab Italiano e del Quadro delle competenze di italiano su cui essa si fonda. Il rapporto fra questi due momenti non è estrinseco o casuale. Pearson infatti sostiene che l’acquisizione da parte delle giovani generazioni delle competenze linguistiche fondamentali sia un grande problema di cittadinanza, da affrontare con un approccio che coniughi ricerca scientifica e pratiche d’insegnamento. Anche l’impiego di tecnologie digitali innovative, come la piattaforma MyLab, deve avvenire all’interno di un progetto didattico e culturale.

Pearson pubblica marchi storici dell’editoria scolastica italiana, come Paravia e Bruno Mondadori; ma intende il “mestiere” di editore come volto non solo a produrre strumenti, a cominciare dal libro di testo, bensì a favorire il dialogo fra chi si occupa di scuola e di formazione: i docenti, l’università, l’editoria. Il convegno La forza delle parole vuole essere uno dei momenti di questo dialogo.

PROGRAMMA

Roma, 6 marzo 2014 – Auditorium Antonianum (Viale Manzoni, 1)

Ore 9.30 – 10.00 | Registrazione e Welcome coffee

Ore 10.00 – 10.15 | Saluto della casa editrice
ROBERTO GULLI presidente Pearson Italia

Ore 10.15 – 12.30 | L’italiano tra società e scuola

Introduce e coordina:
STEFANO BARTEZZAGHI docente di Semiotica – Università IULM

Intervengono:

  • LUCA SERIANNI professore ordinario di Storia della lingua italiana – Università La Sapienza
    Se la norma non basta. Che cosa conta per una comunicazione efficace.
  • TULLIO DE MAURO professore emerito di Linguistica generale – Università La Sapienza
    Non solo parole. Padronanza lessicale e cittadinanza.
  • MONICA BARNI rettrice dell’Università per Stranieri di Siena
    Valutare per capire. Sviluppo e rilevazione delle competenze linguistiche.
  • ALESSANDRO PERISSINOTTO scrittore, professore associato di Teorie e tecniche delle scritture – Università di Torino
    Come dire, come scrivere. Competenza linguistica e scrittura creativa.

 

Ore 12.30 – 13.00 | Domande e risposte

Ore 13.00 – 14.30 | Pranzo

Ore 14.30 – 15.00 | Definire le competenze. Un quadro di riferimento per l’italiano.
FRANCESCA GALLINA, assegnista di ricerca, Siena Italtech, spin off dell’Università per Stranieri di Siena

Ore 15.00 – 15.45 | Presentazione di MyLab Italiano. La piattaforma digitale per insegnare italiano.
MONICA PEDRALLI, MASSIMILIANO ABBRITTI Pearson Italia

 

Per info: Elena Grossi elena.grossi@pearson.it
www.pearson.it

La partecipazione è gratuita, previa registrazione entro il 28 febbraio.

Pearson Italia è ente accreditato quale soggetto che offre formazione al personale della scuola (AOODGPER12676). Gli eventi Pearson Italia godono dell’esonero ministeriale e prevedono il rilascio dell’attestato di partecipazione.

6 marzo 2014

Andrea Zanzottera Quartet – Jazzit Club Roma

Andrea Zanzottera Jazzit Club Roma

Nono appuntamento della prima stagione del JAZZIT CLUB all’Auditorium Antonianum di Roma. Protagonista della serata del 6 marzo Andrea Zanzottera Quartet che presenterà “Viaggio nelle memorie disponibili“.

L’Andrea Zanzottera Quartet nasce da un incontro di musicisti di grande esperienza e livello che intendono creare una sinergia, unendo le loro forze creative in un laboratorio sonoro veicolato in direzione del molteplice, rappresentato dalle differenti tradizioni musicali, dal jazz alla musica etnica, da sonorità europee alla musica da film, filtrate dalla sensibilità individuale dei componenti l’organico.

Viaggio nelle memorie disponibili è un percorso emotivo in ciò che di onirico ed ancestrale alberga nel ricordo collettivo e nelle reminiscenze personali ovvero qualcosa che ha a che fare con la sfera del subliminale dove tutti conserviamo comuni ricordi sopiti dal tempo o intime rimembranze personali a volte risvegliate dal profumo di un fiore, dal rumore di una ferrovia o dal colore dell’alba in un determinato orario.

Memorie disponibili, dunque, ad essere indagate e risvegliate.
Memorie disponibili a farsi rintracciare, ad esserci ancora, dunque.

Si è voluto trasferire questo insieme sensoriale nel novero del mondo sonoro tramite l’apposita composizione del presente repertorio.
I titoli di ogni brano e la musica dei medesimi vogliono avere l’intenzione di risvegliare questi ricordi.
Essere, dunque, il profumo di quel fiore, il rumore di quella ferrovia e la luce di quel mattino.

Faremo questo percorso in compagnia di:

Stefano Guazzo, sassofono tenore e soprano
Andrea Zanzottera, pianoforte
Pietro Martinelli, contrabbasso
Folco Fedele, batteria

Composizioni Originali di Andrea Zanzottera e Stefano Guazzo.

Scrive di loro Enrico Rava nelle note di copertina del loro primo lavoro discografico:

“Non è facile, ma da queste parti – siamo nella riviera ligure – può succedere di imbattersi in una spiaggetta incantata che non conoscevamo o di scoprire improvvisamente un angolo da sogno con una vista mozzafiato.
O di vedere un mare come non l’avevamo mai visto.
Tesori nascosti.
A me è successo di trovarmi in una nebbia mattutina, Morning Mist, e rimanerne stregato.
E’ il primo dei dieci brani di questo cd, tutti di Andrea Zanzottera, ottimo pianista di cui non conoscevo le straordinarie doti di compositore.
Man mano che si procede nell’ascolto appaiono altri piccoli gioielli e non posso fare a meno di chiedermi perché un gruppo così bello ed affiatato, una musica così sorprendente, moderna e allo stesso tempo ben radicata nella tradizione, non sia presente sui palchi dei principali festivals o nelle grandi sale da concerto.
Questo disco, dove primeggia uno Stefano Guazzo in una forma straordinaria, dovrebbe aiutare a far conoscere un qualcosa di nuovo ed interessante e dei musicisti di grande talento.
Tesori Nascosti che speriamo vengano scoperti al più presto.
Se lo meritano.”
[Enrico Rava]

INFO LOGISTICHE:

Giovedì 6 marzo 2014
Inizio concerto ore 21
– Ingresso €10

AUDITORIUM ANTONIANUM
Viale Manzoni, 1 – Roma – adiacente Fermata metro A “Manzoni”
Telefono: 06.45582593
www.auditoriumantonianum.it
Per altre informazioni e il programma completo della rassegna clicca qui.

A partire dalle 19.30 aperitivo con un ricco buffet e dalle 21 cena alla carta con il “So what” menu e concerto.

Il JAZZIT CLUB Roma e il FRA’GUSTO RISTOBAR: musica ed enogastronomia d’eccellenza!

Jazzit Club Aperitivo Cena FraGusto Ristobar

——————————————————————
JAZZIT CLUB – produced by JAZZIT
La programmazione del Jazzit Club è concepita con una logica “smart” e un codice etico di cinque punti:
1. senza contributi pubblici ma con il sostegno di sponsor privati e/o partner tecnici
2. con una direzione artistica “open source”, ovvero generata dai musicisti, coordinata a titolo gratuito da Jazzit
3. con una condivisione dei ricavi al 50% tra la struttura che ospita gli eventi (che si fa carico del pagamento Siae, dell’agibilità Inps ex Enpals, del backline e della ristorazione) e i musicisti (che si fanno carico delle eventuali spese di viaggio e alloggio)
4. con una promozione pubblicitaria offerta a titolo gratuito da Jazzit
5. senza biglietti omaggio e pass: ciascun spettatore contribuirà direttamente al finanziamento dell’evento.

L’Auditorium Antonianum, co-produttore della rassegna concertistica del Jazzit Club Roma, offre un servizio di cena a buffet e di caffetteria a tutti coloro che desiderano esaltare l’esperienza della musica dal vivo con un accompagnamento enogastronomico: aperitivi, stuzzichini, prodotti da forno e buffet del RistoBar “Fra’Gusto”.

Giovedì 6 marzo dalle ore 21 il nono appuntamento del club romano powered by Jazzit, all’Auditorium Antonianum, che si è già contraddistinto per il nuovo modello gestionale, la qualità musicale e soprattutto una nuova ed inedita atmosfera in sala, tra musicisti, pubblico e staff.